La SIECO regala ai propri tifosi una vittoria proprio nell’ultima gara casalinga prima della “Fase Pool”. Poteva forse andar meglio, per come si stavano mettendo le cose in campo, ma giocare contro un Bolzano in straordinario stato di forma, non è stato per nulla semplice, soprattutto per la pressione dall’inseguitrice Club Italia che vincendo alle 16 contro Gioia Del Colle, è ormai a ridosso del quinto posto. Sbagliare sarebbe fatale. La partenza degli ospiti è stata impressionante. La SIECO letteralmente sorpresa dall’intensità di gioco avversario non riesce a lasciare la sua impronta al set. Impronta che poi rimane e come in quelli successivi. Finalmente gli impavidi si dimostrano tali giocando una buona pallavolo, riuscendo a staccare gli ospiti addirittura di undici punti nel terzo set. Peccato che nel quarto parziale il famoso (ed infausto) “Bug del diciannovesimo punto” abbia colpito ancora. Dopo un set giocato punto a punto la Sieco si blocca a 19. Prima raggiunti, poi superati e dopo staccati 19-22, gli impavidi perdono il set 22-25. Il quinto set, però, piuttosto che smorzare gli entusiasmi, infiammano invece la voglia di riscatto dei ragazzi di Nunzio Lanci. Con questa vittoria, anche se da due punti, la SIECO ha garantito l’accesso alla “Poule B”, in quanto ha maturato più vittorie rispetto al Club Italia, l’unica che potrebbe di fatto ancora raggiungerla in classifica. Secondo regolamento, infatti, a parità di punti, ha la meglio la squadra che ha conquistato più vittorie. Oggi la SIECO ne ha messe a segno nove, Club Italia sei. Anche in caso di malaugurata sconfitta contro Brescia, quindi, i campioncini non riuscirebbero a colmare il GAP che li separa dai Biancoazzurri.

Il PRIMO SET da il via alla gara con in campo Capitan Nunzio Lanci al palleggio e l’opposto Zanettin in zona due. In posto due si schierano Menicali e Simoni. La banda degli schiacciatori è occupata dal recuperato Ottaviani e Ogurčák mentre per il ruolo di Libero, c’è Pesare. Una rinnovata Mosca Bruno Bolzano, risponde con Quartarone in palleggio e Giannotti opposto, Bleggi al centro con Paoli e Ristic e Galabinov schiacciatori. Bruno Libero. A dare il via a questa gara è Ristic per la Mosca Bruno Bolzano ed è subito Ace. Il muro di Giannotti porta immediatamente gli ospiti al break 0-2. Bello il fraseggio al centro tra Andrea Lanci e Michele Simoni 4-6. Il primo Time-Out dell’incontro lo chiama Nunzio Lanci quando gli ospiti guadagnano ancora un punto di vantaggio 4-8. L’arbitro ravvisa un tocco del muro su schiacciata di Zanettin ma la panchina ospite non è d’accordo e chiama l’intervento del video-check. La sentenza: la palla non è toccata, punto a Bolzano: 6-12. Ancora ACE per Ristic 6-13. Fischiata un’invasione a Zanettin e anche Mister Nunzio Lanci chiama l’aiuto dell’elettronica. Suo malgrado, l’invasione è confermata 7-15. La SIECO non riesce a trovare la quadra del set. Il punteggio si fa pesante 9-18 e Nunzio Lanci chiama il suo secondo Time-Out. Arriva anche il fallo di rotazione per una SIECO in grave sofferenza 10-20. La piccola rimonta della SIECO fa accendere qualche lucina d’allarme sulla panchina di Bergamo. Seppur il divario rimanga ampio, Mister Burattini chiama il suo primo time out sul 14-21. L’ace di Ogurčák, fa accendere altri allarmi sulla panchina degli ospiti; ora il punteggio è 17-21 e Coach Burattini chiama anche il suo secondo time out. Terzo Ace per Ristic: 17-23. Sono tanti i Set point per Bolzano che ne approfitta subito mettendo a segno l’ennesimo Ace del parziale, questa volta con Paoli: 18-25

 

Nessuna variazione in campo per il SECONDO SET. Al servizio per gli ortonesi c’è Ogurčák. Il muro di Menicali regala il primo punto agli Impavidi. L’ace di Menicali è contestato ma il video-check da ragione all’arbitro: il punto è valido 3-1. Si allunga il vantaggio dei bianco-azzurri grazie a Zanettin 5-2. Tocca l’asticella l’attacco di Zanettin e Bolzano torna a due punti 8-6. Bella l’azione che porta la SIECO sull’11-7. Ottaviani finalizza una ricostruzione che aveva portato Andrea Lanci, lontano dal campo a servire in bagher Ottaviani che spara la bomba del 11-8.  Out il servizio di Simoni 14-11. A ristabilire le distanze ci pensa Andrea Lanci che la mette dentro di prima intenzione 15-11. Ace di Menicali che, anche se con l’aiuto del nastro porta sul 18-13 il punteggio. Questa volta è la SIECO a tentare la fuga. Mister Burattini se ne accorge e chiama tempo. Errore di Ogurčák che si fa scivolare la palla tra le mani. Nunzio Lanci vuole fermare per qualche secondo il gioco tanto da permettere ai suoi di respirare: 19-16. Continua la rimonta ospite che fa altri due punti 19-16. In un momento molto delicato arriva anche l’ace di Galabino ed ora la parità è raggiunta 19-19. Sul 21-20 doppio cambio in casa Impavida: Lanci/Tartaglione e Sitti/Zanettin. Mossa infruttuosa 21-21 ed il cambio si chiude. Out l’attacco di Giannotti e la SIECO rifiata 23-21. Passa poco e Ogurčák è magistrale nel suo muro ad uno 24-21. Giannotti la spara abbondantemente fuori e dalla clamorosa rimonta che stava nascendo, Bolzano finisce per perdere il set 25-21

 

Il TERZO SET comincia con il pericoloso RISTIC al servizio ma è subito disinnescato da Ottaviani che segna il primo punto del parziale. Ace di Ottaviani che accontenta i tifosi che gli chiedevano di “picchiare”: 4-2. Ogurčák è attento sotto rete e non si fa ingannare dal pallonetto ospite, lui non si scompone e la appoggia di là 6-2 con Burattini costretto a chiamare tempo. Ace di Quartarone ed il punteggio arriva sull’8-6. Ace del sempre pericolosissimo Rustic, gli ospiti sono ormai vicini 10-8. Il video-check non è d’aiuto per la squadra di Nunzio Lanci: l’attacco è fuori ed il punteggio è 10-10. Buona la pipe di “Fero” Ogurčák e la SIECO recupera il doppio vantaggio 12-10. Simoni stampa ancora un muro e questo vale il 15-12. Errore di Giannotti che trovatosi troppo attaccato alla rete non riesce a scavalcarla in palleggio 16-12 e bolzanini costretti al Time-Out. Il divario si allarga, quando Ogurčák finalizza al meglio una free-ball offerta da Galabinov 18-13. Out l’attacco di Paoli, gli impavidi sentono profumo di punti 20-13. Zanettin in diagonale segna il punto del 22-14: ora la SIECO gioca in scioltezza mentre Bolzano è letteralmente in bambola. Fischiata anche l’invasione a Ristic 24-14. Zanini chiude la pratica 25-14 e SIECO in vantaggio per due set ad uno. Finalmente si torna a punti.

QUARTO SET che si apre con l’errore al servizio di Ogurčák ma Ottaviani ci mette subito una pezza: 1-1. Scappa avanti la formazione biancorossa che in poco tempo si ritrova avanti 3-7. Nunzio Lanci chiama già i suoi a raccolta. Ristic fa invasione e la SIECO torna sotto 6-7. Il pareggio è opera di Ottaviani che d’astuzia gioca il mani e fuori sul muro avversario 10-10. Un parziale di due punti a zero serve a Bolzano per riacquistare un piccolo margine di sicurezza 11-13. Il muro tocca l’attacco di Ottaviani, il pareggio è servito 14-14. L’errore al servizio di Simoni costa il doppio vantaggio ospite 16-17. Ace di Andrea Lanci 17-17. Il sorpasso porta ancora una volta la firma di Ogurčák 18-17 con ospiti costretti al time-out. Ace di Candeago e parità ristabilita 19-19. Ancora ace di Candeago ed è sorpasso bolzanino porta Nunzio Lanci a fermare il gioco. Nulla da fare, fischiata una invasione ai biancoazzurri e gli ospiti sono avanti 19-22. Perfetto il dialogo tra Lanci e Menicali 21-23. 22-24, le speranze di tenere vivo il set sono risicate ed infatti il parziale si chiude 22-25.

 

QUINTO SET con Menicali subito a punto 1-0. Errore di Ristic e SIECO avanti di due punti. Bella la Pipe di Ogurčák 4-1. Ancora un Black-Out in casa SIECO porta gli ospiti ad avere un parziale favorevole di 4 punti a zero. Ora Bolzano conduce 4-5 e Nunzio Lanci chiama tempo. Ogurčák sbarra la strada a Giannotti 7-6. Il Punteggio al cambio campo è di 8-7. Muro di Menicali, il divario tra i due sestetti aumenta 10-7. Il muro di Michele Simoni vale il 14-9 e la partita è in ghiaccio. La bottiglia la stappa l’opposto Zanettin. La sua schiacciata è murata fuori e l’impavida, torna a vincere dopo cinque sconfitte consecutive. 15-9.

Nunzio Lanci: «È stata una gara tosta, ma questo lo sapevamo. Dopo un primo set disastroso siamo riusciti a mettere le cose a posto. Peccato per il quarto set che non abbiamo concretizzato, ma questa vittoria, anche se da due punti ci da la sicurezza di poter rientrare nella “Poule B”, quella che io chiamo “purgatorio”. In questo girone, arrivando tra le prime due, ci sarebbe la possibilità di giocarsi un posto nei Play-off promozione ma il rischio di finire nei Play-Out non è del tutto svanito. Bisogna fare attenzione a non terminare questa seconda fase tra le ultime due»

Top Scorer dell’incontro Fero Ogurčák

 

TABELLINI:

Sieco Impavida Ortona: Simoni 9, Pesare (L), Zanettin 15, Bencz n.e., Tartaglione, Ottaviani 12, Provvisiero (L) n.e., A. Lanci 2, Zanini n.e., Ogurčák 24, Menicali 12, S.Lanci n.e., Rustignoli n.e. Allenatore: Nunzio Lanci

MOSCA BRUNO BOLZANO: Canedago 3, Bressan 3, Spagnuolo, Bleggi 4, Ristic 16, Ingrosso n.e, Baldazzi n.e, Quartarone 1, Paoli 5, Giannotti 22, Galabinov 10, Bruno (L), Villotti n.e. Allenatore: Andrea Burattini

NOTE:

Sieco Service Impavida Ortona – Mosca Bruno Bolzano 3-2 (18-25; 25-21; 25-14; 22-25; 15-9)

Durata Set: I (24’), II (30’), III (22’), IV (30’), V (15‘)

Durata incontro: 2.01

Muri Punto: Ortona 11; Bolzano 8

Aces: Ortona 5; Bolzano 10

Errori Al Servizio: Ortona 14; Bolzano 15

Arbitri: TONI Fabio (Terni) e CARETTI Stefano (Roma).

Prossima Gara:

Sabato 20 Ore 20.30

Centrale Del Latte McDonald’s Brescia – SIECO Service Impavida Ortona 

Realizzato e gestito dall'Ufficio Stampa Sieco Service Impavida Ortona

Please publish modules in offcanvas position.