Doveva essere la domenica del riscatto e così è stato. Davanti al suo pubblico la Sieco Service recupera un set di svantaggio e poi vince una gara importantissima per il morale.

Match equilibrato con le due squadre protagoniste di sorpassi e controsorpassi che di certo hanno entusiasmato il pubblico accorso numeroso presso il palasport ortonese. È in crescita la SIECO, capace di ritrovare compattezza e concentrazione nei momenti di difficoltà. Ancora qualche sbavatura in fase difensiva ma con il fondamentale del muro che comincia a funzionare a dovere la strada intrapresa sembra essere quella giusta.   

PRIMO SET. Si parte con il sestetto tipo, che vede Andrea Lanci al palleggio e Bencz opposto, Simoni e Menicali al centro, Ottaviani e Tartaglione schiacciatori, Libero Provvisiero. La Pool Libertas Cantù risponde con Piazza in cabina di regia e Caio opposto, Ricardo e Cominetti in banda, centrali Monguzzi e Robbiati, libero Butti.

Il primo servizio è per Cantù, ma è la SIECO a mettere a segno il primo break dell’incontro 2-0.  Si rifanno sotto gli ospiti, murato l’attacco ortonese 6-6. I Canturini tallonano la SIECO trascinati dal potente opposto Caio, cercato spesso e volentieri da Lorenzo Piazza. Ci pensa Bencz a spezzare il ritmo regolare dell’incontro grazie ad un servizio potente che permette di ricostruire e di finalizzare grazie a Tartaglione. Bencz continua a forzare il servizio, la ricezione ospite è in difficoltà: Sul 12-9 Time Out chiamato da Cantù. Anche Caio è dotato di un servizio micidiale e adesso è la SIECO a soffrire in ricezione 13-12. Il video check smentisce l’arbitro e invalida l’allungo di Cantù, si torna sul 13-13. Il sestetto ortonese è in affanno, Nunzio Lanci richiama i suoi sul 14-16. Pipe tirata malamente fuori da Ricardo e la Sieco trova il pareggio 16-16. Murato tartaglione 19-21 e la squadra lombarda si avvicina pericolosamente al traguardo. Lanci è costretto a chiamare il suo secondo ed ultimo tempo a disposizione. La ricezione sporca dei locali permette una facile ricostruzione del Cantù, palla al solito Caio e punteggio sul 22-19. Il tecnico ortonese tenta il doppio cambio: Zanini per Lanci e Di Meo per Tartaglione. Mossa vincente. Senza palleggiatore l’Ortona ricostruisce e rosicchia un punto: 21-22 e Cantù chiama tempo. Tocca il muro dei locali, la palla schizza fuori e Lanci torna in campo per Zanini, Di Meo resta in campo per rafforzare il reparto difensivo: 21-23. Il primo Set point ospite arriva con Caio che di potenza scardina il muro ortonese. 22-24. Lo stesso Caio chiude il parziale 23-25 schiacciando sul muro che mette fuori tempo la difesa di Provvisiero. La palla tocca terra ed il set è chiuso.

Al rientro per il SECONDO SET le due formazioni sono invariate. Si riparte con il servizio di Ottaviani. Caio spara fuori e Sieco avanti 5-3. Gli adriatici tentano la fuga 7-4 con Cantù che cerca di interrompere il ritmo chiamando time out.  Arrivano due aces di Piazza che, aiutato dalla rete, riduce lo svantaggio della sua squadra 9-8. Ci pensano Tartaglione ed Ottaviani a ripristinare un certo margine con un muro poderoso del primo ed un ace che pizzica la linea per il secondo: 12-8. Quando Menicali disinnesca a muro una bomba di Caio, Mister Luciano Cominetti chiama tempo sul 13-8. Continua la striscia positiva per l’Impavida e questa volta è Ottaviani a sfruttare il nastro in battuta e segnare un ace che vale il 14-8. Cambio per gli ospiti esce Caio ostaggio del muro ortonese ed entra il numero 9 Danielli. +6 per la Sieco 17-11 con gli spettri di Spoleto che tornano scivolare sulla schiena di Nunzio Lanci. L’Allenatore ortonese chiama a sé i suoi quando il tabellone elettronico segna 19-15. Torna in campo Caio sul 22-17 e gli ospiti si rifanno sotto costringendo Nunzio Lanci a chiamare di nuovo tempo: 22-20.  Tartaglione mette a terra una gran palla che vale il 24-21, ora la SIECO ha tre set point a disposizione. Cerca il tocco a muro l’attacco canturino, ne esce una palla alta destinata ad uscire dal campo. 25-21 la Sieco pareggia il conto dei set.

TERZO SET Cantù riparte con il servizio di Cominetti, ma il primo punto è ortonese: 1-0. Il video-check conferma il punto di Cantù 2-3. Allungano gli ospiti, murato Bencz 4-7. Menicali al centro tiene i suoi ad un punto di distanza 8-9. Michele Simoni limita i danni e con un muro ad uno segna il nono punto per i suoi 9-11. Il Video Check cambia una decisione arbitrale ed il Cantù mantiene i suoi tre punti di vantaggio 9-12. Prende il largo la Pool Libertas Cantù con Robbiati con un ace che vale l’11-15. Nunzio Lanci è costretto a chiamare tempo. Anche la fortuna gioca a favore degli ospiti che, grazie ad una ricezione fortunosa riesce a ricostruire l’azione che vale il 12-16. Il tredicesimo punto dei locali è assegnato dal Video Check che smentisce il primo arbitro: la palla è dentro. Cantù chiede quindi un nuovo check per tocco a muro, ma in questa lotta elettronica ne escono vincitori gli ortonesi, il punto della SIECO è valido, non c’è stato nessun tocco. Ancora un punto per Ortona che fa 14 e Cantù chiama Time Out. Ace di Ottaviani, la SIECO si rifà sotto 15-16. Escono Lanci e Bencz sostituiti da Di Meo e Sitti, Mister Nunzio alza quindi il muro garantendo comunque un palleggiatore in campo. Mossa azzeccata, Di Meo entra e fa muro regalando il pareggio ai suoi 19-19. Ancora un muro di Simoni vale il sorpasso 20-19. Ora gli impavidi ci credono e Cantù che corre ai ripari, time out.  Ace di tartaglione e sono 21. Quando Cantù fa 20 rientrano Lanci e Bencz. Ricardo spara sulla rete ed Ortona mantiene il vantaggio di 2 punti. Anche Olivati sbaglia il servizio e regala il SET POINT ad Ortona che va al servizio con Ottaviani. Caio non passa, muro di Menicali e la SIECO conclude la rimonta e fa suo il set con il punteggio di 25-22

Con gli Ortonesi in vantaggio per due set ad uno, il QUARTO PARZIALE, comincia senza variazioni nei sestetti iniziali. Apre le danze Ottaviani al servizio. Prima fase molto equilibrata, si gioca punto su punto. Il Video Check conferma un tocco a muro della SIECO, il sorpasso è valido con Cantù che va sul 5-6. Ancora una chiamata al Video Check per gli ospiti. Questa volta si contesta una invasione aerea. Implacabile, l’elettronica conferma la decisione arbitrale: 6-6. Sorpasso Sieco 7-6 ma la panchina locale protesta comunque per un fallo di rotazione non chiamato dal secondo arbitro. Cantù chiama Tempo e Rotazione. Bravo Capitan Andrea Lanci a mettere in difficoltà con il suo servizio, la ricezione ospite: Out l’attacco di Caio e doppio vantaggio ortonese 8-6. Murato Bencz e la partita torna in equilibrio 8-8. Fischiata invasione a Bencz e questa volta è Nunzio Lanci a chiedere l’intervento del Video Check. Decisione confermata e punto a Cantù 9-9. Ancora Video Check per l’attacco al centro di Menicali che subito fa segno “dentro” con il dito, ma l’arbitro è di parere contrario. Questa volta ha ragione Michael, la palla è dentro 10-9. Out l’attacco di Caio e nuovo doppio vantaggio ortonese 11-9. Murato Simoni ed è ancora parità, 11 punti per entrambe le squadre. Contestato dagli ospiti il muro di Menicali ma gli arbitri sono irremovibili è 16-16. Continuano gli screzi in campo. Dopo aver segnato il punto del 16-17 Caio ha ancora da protestare e si guadagna prima un cartellino giallo e non contento anche uno rosso, regalando il pareggio ai padroni di casa 17-17. Il sorpasso è confezionato da Bencz 18-17 e quando Ottaviani è pronto al servizio, Cantù chiama tempo. Buona la difesa ospite che può ricostruire tornando in vantaggio 18-19 così Nunzio Lanci chiama tempo. Sul 19-19 Confusione in campo e lunga pausa di gioco. C’è qualcosa che non va con la formazione ospite. Gli arbitri si consultano con il refertista ed Il punteggio è rettificato 20-19 per la SIECO. Sul 22-21 doppio cambio per la SIECO Sitti per Bencz e Di Meo per Lanci. Allungano i padroni di casa 23-21 e Tartaglione è ancora al servizio.  23-22 tornano in campo Lanci e Bencz. Il muro di Ottaviani fa scoppiare di gioia il palasport 25-22 che vale set e partita. La SIECO vince davanti al proprio pubblico e mette i primi tre punti in cascina.

Menicali: «Una vittoria sofferta ma contro una squadra come Cantù è normale. Siamo stati bravi ad uscirne alla grande. Questa è una buona iniezione di fiducia. Nelle prossime gare dobbiamo cercare di fare più punti possibile in quelle in casa. Stiamo cominciando ad avere una precisa identità di gioco. Siamo un bel gruppo con tanto potenziale e se continuiamo su questa strada potremmo toglierci delle belle soddisfazioni»

Nunzio Lanci «Dobbiamo capire che questo sarà un campionato molto equilibrato, tutte le partite saranno combattute come questa sia in casa che in trasferta. Siamo ancora molto insicuri, dobbiamo essere più fiduciosi nei nostri mezzi ed imparare ad essere più impavidi»

Sieco Impavida Ortona: Simoni 7, Pesare (L) n.e., Zanettin n.e,  Bencz 20, Tartaglione 16, Ottaviani 15, Sitti, Provvisiero (L) , Di Meo 1, Lanci 1, Zanini, Menicali 7. Allenatore: Nunzio Lanci.

Pool Libertas Cantù: Groppi, Monguzzi 7, Buti (L), Cominetti R 15, Ricardo 17, Olivati 3, Danielli n.e., Frattini n.e., Boffi (L), Suraci, Caio 18, Piazza 7, Robbiati 10. Allenatore: Luciano Cominetti

SIECO Service Impavida Ortona – Pool Libertas Cantù 3-1 (23-25 / 25-21 / 25-22 / 25-22).

Durata set 30, 27, 33, 39. Totale 2h 09 minuti

LA SIECO IN TV:

Lunedì 2 Ottobre: SIECO IMPAVIDA ORTONA – POOL LIBERTAS CANTÙ

Replica in onda alle ore 16.15 su RETE OTTO SPORT (Canale 11 del DTT) e alle 20.30 su TELEMARE (canale 113 del DTT).

Mercoledì 4 Ottobre: PALLAVOLLEY condotto da Sergio Zappalorto, in onda su RETE OTTO SPORT (Canale 11 Del DTT) alle ore 22.00.

LA SIECO SUI SOCIAL:

Ci trovi sui nostri canali Facebook, Twitter ed Instagram.

Sito web: www.impavidapallavolo.it