Non riesce la rimonta alla SIECO. Arriva una sconfitta al tie-break contro Lagonegro

La SIECO non riesce a centrare la vittoria contro Lagonegro ma rimedia comunque una serie di tre partite utili consecutive, dato che gli ospiti riescono a spuntarla solo al tie-break.

Molto equilibrato il primo set, con le squadre impegnate in un costante testa a testa che alla fine premia la squadra lucana. Ancora una volta la SIECO soffre di una bassa percentuale in ricezione e di conseguenza anche il reparto offensivo ne risente. Sfortunata la SIECO che nel finale del secondo set si vede scivolare dalle mani un set in pratica vinto. L’arbitro non vede che la palla ribattuta dal muro finisce addosso ad Holt che l’aveva schiacciata. Una vittoria si trasforma in sconfitta. Tutt’altro che demoralizzata l’Impavida dimostra tutta la sua rabbia sul campo. Uno scatenato Simoni attacca e mura traghettando, con un extraterrestre Ogurčák, Ortona alla vittoria del set.

La fatica si fa sentire a gli ospiti ne approfittano nell’ultimo set. Lagonegro conquista quindi due punti, lasciandone soltanto uno alla SIECO.

PRIMO SET. Mister Lanci, nonostante le buone notizie dall’infermeria decide di non rischiare subito l’opposto slovacco e schiera dunque Andrea Lanci al palleggio e Zanettin opposto. Sempre presenti Simoni e Menicali al centro, così come Ottaviani ed Ogurčák sulla banda di posto quattro. Per il ruolo di Libero si alternano Provvisiero in fase di ricezione e Pesare in quella difensiva.  Geosat Geovertical Lagonegro che risponde con il palleggiatore Kindgard e l’opposto Milushev, Copelli e Fabi centrali, Boscaini e Holt sono invece gli schiacciatori. Libero Fortunato. È del Lagonegro il primo servizio della partita, con Milushev. Poi Ogurčák fa il primo punto. Arriva subito anche il primo punto break dell’incontro con Milushev che la spara fuori. 2-0. Il vantaggio però dura poco gli ospiti trovano subito il pareggio 2-2. Arriva il muro di Simoni e la SIECO è di nuovo a più 2: 6-4. Parziale di tre a zero per i lucani 6-7. Lagonegro attacca out due palloni e la SIECO va in vantaggio 11-9. Ace di Ogurčák sull’ex Holt 13-10. Un Ace anche per Boscaini -15-15.  Murato Ogurčák, ospiti avanti 16-17 e Time-out chiamato da Mr.Nunzo Lanci. Buon momenti per Lagonegro, grazie anche ad un Sam Holt che dai nove metri mette in difficoltà la ricezione dei locali. Sprint Lagonegro avanti 18-21. Out l’attacco di Milushev ma il video check rileva un’invasione ed il pareggio si trasforma invece in un doppio svantaggio 21-23. Si alza il muro in casa Ortona, dentro Sitti e Tartaglione per Zanettin e Lanci. Non riesce la mossa a Mr.Lanci 22-24 e doppio cambio che si chiude subito. Nulla può il muro locale per contenere l’attacco di Holt e Lagonegro si aggiudica il primo parziale 23-25

Parte fortissimo Lagonegro nel SECONDO SET che va avanti subito 0-3, ma la reazione dei biancoazzurri è immediata: 3-3. Buono l’intuito di Menicali che legge bene la Pipe e stampa un muro 10-9. Doppio vantaggio SIECO 13-11 con Ogurčák; anche questa volta però dura poco 13-13. Fischiata una doppia ad Andrea Lanci ed il pubblico non gradisce la decisione arbitrale: sul 13-14 Nunzio Lanci chiama tempo. Zanettin segna il 15-15 e anche il video-check è d’accordo. Il muro solitario di Ottaviani regala il vantaggio ai suoi 20-19 con Mister Falabella che decide di interrompere il gioco con un time-out. Doppio cambio tattico per Nunzio Lanci: Sitti/Tartaglione dentro Zanettin/Andre Lanci fuori. Tutto inutile, gli ospiti pareggiano 22-22 ed il cambio si chiude. Un solo set point per la SIECO. La palla decisiva è nelle mani di Fero Ogurčák. Si va ai vantaggi, il muro locale è messo fuori gioco da una Pipe lucana: 24-24. Il finale di set è amarissimo per la SIECO. Prima l’arbitro non vede un netto tocco di Holt che dopo aver schiacciato si trova sulla traiettoria della palla respinta dal muro. Purtroppo in questi casi, il video-check non è d’aiuto. Poteva essere il punto del set e invece gli ospiti prima pareggiano i conti e poi vincono anche il secondo set 25-27

Nessuna variazione per i sestetti in campo nel TERZO SET.

Equilibrio anche nei primissimi punti di questo parziale. Una pezza, però, ce la deve mettere il video-check a corregge l’arbitro che aveva visto dentro una palla attaccata da Lagonegro ma che in realtà era finita abbondantemente fuori. Poi arrivano due ace di Ottaviani e sul 5-2 gli ospiti chiamano tempo. È Holt che tiene a galla i suoi 7-5. Incredibile l’errore di Milushev che trovatosi ad attaccare senza muro, la spara troppo lunga 9-5. Dilaga la SIECO grazie anche ad una straordinaria difesa di Pesare che tiene in gioco un pallone impossibile. Sulla ricostruzione ospite Menicali sbarra la strada con un muro 11-5. Andrea Lanci sceglie di cercare i suoi centrali più spesso. La ricezione è più attenta ed il muro più efficace 17-12. Fischiata doppia a Kindgard, la Sieco dilaga 22-12. Palla set nelle mani di Ogurčák al servizio, Lagonegro annulla 24-14. L’errore di Fabi regala il set agli adriatici 25-14

QUARTO SET che parte con l’ace di Michele Simoni 1-0. Si avvicinano i lucani 3-2. Muro di Simoni 10-5. Ora la SIECO gioca bene, una finta di Simoni elude il muro e Ottaviani tira la bomba dell’11-6. Ingenua l’invasione di Boscaini che rimedia anche un cartellino giallo per proteste, l’Impavida guadagna il quattordicesimo punto contro gli otto degli avversari. Menicali fa muro ed i nervi di Fabi saltano, l’arbitro da il rosso al giocatore e poi Simoni fa Ace 17-8. Buca il muro Zanettin 19-9. Invasione Milushev e la SIECO si prepara a raggiungere il tie-break 23-16. Ottaviani regala sette set point ai suoi con un muro magistrale 24-17. Ci pensa Boscaini a segnare il set point per la SIECO. Sbaglia il servizio e fa 25-19.

Al via il QUINTO ed ultimo SET, a campi, naturalmente per ora invariati. Ancora errore al servizio per Boscaini che riparte da dove aveva finito 1-0. Mini break ospite 1-3. Errori al servizio da una parte e dall’altra, il gap tra le due formazioni però aumenta 4-7. Ancora una volta l’arbitro vede cambiata la sua decisione. Buon per Ottaviani che aveva schiacciato dentro 5-7. Errore di Zanettin al servizio, si cambia campo sul punteggio di 6-8. La fortuna aiuta Leone. Il suo servizio si ferma sul nastro e poi cade a piombo sul campo ortonese 6-9. Doppio cambio Sitti/Tartaglione per Zanettin/Lanci. Nulla da fare 8-11 e cambio che si chiude. Holt blocca la strada a Zanettin 8-12, Lanci chiama tempo. Menicali intercetta una palla di ritorno ed appoggia un muro che vale il 10-13. Holt fa quattordici, e con quattro match point, Lagonegro vede già i due punti materializzarsi. Punti che arrivano puntuali nell’azione subito successiva 11-15

Parlano i due centrali della Sieco Service Impavida . Simoni: «Abbiamo giocato una buona partita. Rimontare due set e arrivare freschi al tie-break è impossibile. Loro hanno giocato discretamente ma l’amarezza per quell’episodio che ha condizionato letteralmente il risultato del set. Da un pareggio ci siamo trovati sotto di due parziali e non siamo riusciti a completare la rimonta. Peccato, chissà come sarebbe andata ripartendo da uno a uno»

Menicali: «È stata una faticaccia. La condizione fisica non era ottimale, sia io che Provvisiero e Zanettin abbiamo sofferto di una fastidiosa influenza. Arrivare al quinto set e mantenere la stessa intensità fino alla fine era difficile»

TABELLINI

Sieco Impavida Ortona: Simoni 12, Pesare (L), Zanettin 17, Bencz n.e., Tartaglione, Ottaviani 14, Sitti, Provvisiero (L), A. Lanci 2, Zanini n.e., Ogurčák 21, Menicali 5. Allenatore: N. Lanci

Geosat Geovertical Lagonegro: Fabi 13, Fortunato (L), Maiorana, Amouah n.e., Leone 1, Sardanelli n.e, Milushev 13, Holt 31, Kindgard 4, Boscaini 6, Roberti 1, Giosa 1, Copelli 6. Allenatore Paolo Falabella.

NOTE:

Sieco Service Impavida Ortona – Geosat Geovertical Lagonegro (23/25 – 25/27 – 25/14)

Durata Set: I (29’), II (32’), III (21’), IV (24’), V (17’)

Durata incontro: 2h 03’

Muri Punto: Ortona 9; Lagonegro 7

Aces: Ortona 6; Lagonegro 3

Errori Al Servizio: Ortona 13; Lagonegro 15

Arbitri: Rossetti Andrea (AN) e Mattei Lorenzo (MC)