Classe 1997 , nato a Pescara e dotato di una grinta da far invidia a chiunque. Questo è il ritratto di Renato Lalloni, schiacciatore in maglia Impavida da questa stagione. Che sia un campionato giovanile o un esordio in Serie A2, lui è sempre pronto ad entrare in campo e a dare il massimo.

Talento indoor e non solo, visto che è stato recentemente convocato per un collegiale della Nazionale Juniores di beachvolley.

Esperienze stupende in maglia Lube Macerata, vittorie indimenticabili a livello nazionale, Lalloni è ora pronto per sognare ancora con la Sieco Service Impavida Ortona.


Conosciamolo meglio…


- il tuo primo approccio alla pallavolo e le tue esperienze giovanili?

“Ho iniziato a giocare a 12 anni in una squadra di Pescara , dopo una piccola esperienza di 3 anni a Chieti sono stato chiamato dalla Lube . Quella a Macerata è stata un esperienza fantastica che mi ha fatto crescere molto . Con loro ho collezionato due medaglie di argento e tre di bronzo a livello nazionale . Tornare in Abruzzo, con la Sieco, per quest'ultimo anno di giovanili è stata una scelta fortemente voluta data la serietà che la società ha dimostrato in questi ultimi anni. Spero di poter raggiungere grandi risultati a livello giovanile anche qui ad Ortona”.


- Convocazione con la prima squadra e sogni nel cassetto…

“Essere convocato in serie A per la prima volta è un emozione stupenda , il momento della partita è reso speciale anche dal pubblico che al palazzetto dà dimostrazione ogni domenica di grande attaccamento alla squadra e di rispetto verso gli avversari .
Gli allenamenti di questo ultimo mese con la serie A mi stanno facendo crescere e sicuramente ringrazio tutti per l'opportunità. Il mio sogno nel cassetto è ovviamente poter giocare ad alti livelli”.

- Il tuo idolo…
“Il mio idolo pallavolistico è Samuele Papi , è una legenda di questo sport. E' la prova di come allenamento e serietà possano farti raggiungere grandi risultati”

- Il beach volley…
“Il Beach volley per me è nato come un hobby , solo l'estate scorsa ho iniziato a viverlo seriamente , ho dedicato molto tempo agli allenamenti e alle tappe nazionali , sono molto soddisfatto delle convocazioni in nazionale perché ripagano i miei sforzi . Prendo queste convocazioni come uno stimolo per fare sempre meglio . Mi sento in dovere di ringraziare tutti il "Beach volley team" e sopratutto il mio allenatore Simone di Tommaso .”